Stuart Hall e gli studi culturali.pdf

Stuart Hall e gli studi culturali PDF

James Procter

Stuart Hall, uno dei fondatori degli studi culturali, ha contribuito alla diffusione di unidea di cultura intesa come categoria teorica e, al tempo stesso, pratica politica. Non si tratta semplicemente di apprezzare la cultura, o di studiarla, ma di considerarla un ambito fondamentale per lazione e lintervento sociali, un luogo in cui le relazioni di potere sono stabilite ma anche potenzialmente destabilizzate. Il testo di James Procter traccia gli sviluppi del pensiero di Hall, collocando i suoi scritti allinterno dei contesti intellettuali, sociali e storici in cui sono stati prodotti. Ne risulta una guida chiara e accessibile alle idee chiave di questo intellettuale, alle molteplici ramificazioni della sua influenza e alla sua eredità intellettuale. Seguendo le diverse fasi della carriera di Hall, il cui lavoro ha destato linteresse di un pubblico ben più ampio dellélite accademica, si affrontano argomenti come la cultura popolare e le sottoculture giovanili, i media e la comunicazione, il razzismo, il thatcherismo, il postcolonialismo, lidentità e la questione delletnia.

La sfida sovversiva di Stuart Hall Addii. Lettore attento di Antonio Gramsci, è stata una figura centrale nello sviluppo degli «studi culturali» come arma critica del potere costituito Il primo sito che ha dato ampio risalto alla morte di Stuart Hall è stato quello del Guar­dian, qua­li­fi­can­dolo come «il nonno del mul­ti­cul­tu­ra­li­smo». Cultura, razza, potere: La scelta di raccogliere i materiali proposti in questo volume nasce da una esigenza molto precisa: come ripensare razza, razzismo e antirazzismo nell' attuale contesto postcoloniale europeo, muovendo dall' approccio degli studi culturali e in particolare dagli studi di Stuart Hall.Si tratta di una scelta per molti versi indotta dall'urgenza politica del presente.

2.54 MB Taille du fichier
886030072X ISBN
Stuart Hall e gli studi culturali.pdf

Technik

PC et Mac

Lisez l'eBook immédiatement après l'avoir téléchargé via "Lire maintenant" dans votre navigateur ou avec le logiciel de lecture gratuit Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Pour tablettes et smartphones: notre application de lecture tolino gratuite

eBook Reader

Téléchargez l'eBook directement sur le lecteur dans la boutique www.immediatenews.it ou transférez-le avec le logiciel gratuit Sony READER FOR PC / Mac ou Adobe Digital Editions.

Reader

Après la synchronisation automatique, ouvrez le livre électronique sur le lecteur ou transférez-le manuellement sur votre appareil tolino à l'aide du logiciel gratuit Adobe Digital Editions.

Notes actuelles

avatar
Sofya Voigtuh

1 James Procter (2004) Stuart Hall e Gli Studi Culturali. Milano: Raffaele Cortina editore (introduzione di Iain Chambers, traduzione di Marta Cariello), 2. Stuart Hall (2006) Il soggetto e la differenza. Per un’archeologia degli studi culturali e postcoloniali. (a cura di Miguel Mellino). Roma: Meltemi. 3. Una tra le seguenti coppie di libri: a.

avatar
Mattio Müllers

Stuart Hall (1932-2014) è stato uno degli intellettuali più noti nella Gran Bretagna degli ultimi trent'anni, tra i fondatori della "New Left Review", direttore del Centre for Contemporary Cultural Studies dell'Università di Birmingham e principale animatore degli Studi Culturali. Stuart Hall, uno dei fondatori degli studi culturali, ha contribuito alla diffusione di un'idea di cultura intesa come categoria teorica e, al tempo stesso, pratica politica. Non si tratta semplicemente di apprezzare la cultura, o di studiarla, ma di considerarla un ambito fondamentale per l'azione e l'intervento sociali, un luogo in cui le relazioni di potere sono stabilite ma anche

avatar
Noels Schulzen

Introduzione agli studi culturali Tratto dalla Presentazione a cura della Dott.ssa Floriana Bernardi Quando nascono gli studi culturali? Area di studi nata nel Regno Unito nel 1964 quando nell’Università di Birmingham fu fondato il Centre for Contemporary Cultural Studies (CCCS) Anni Settanta e Ottanta: Espansione dei centri e dei dipartimenti di studi culturali soprattutto nel mondo

avatar
Jason Leghmann

Stuart McPhail Hall (Kingston, 3 febbraio 1932 – Londra, 10 febbraio 2014) è stato un ... Durante la sua direzione vennero tenuti in grande considerazione gli studi culturali inerenti ai concetti di razza e di genere, contribuendo ad ampliare le ... 16 set 2019 ... Stuart Hall sostiene e dimostra che le “ questioni culturali sono questioni assolutamente politiche “ , per lui non bisogna solo apprezzare o ...

avatar
Jessica Kolhmann

james procter stuart hall gli studi culturali perche hall? stuart hall sostiene dimostra che le questioni culturali sono questioni assolutamente politiche per non solo nell’ambito degli studi culturali. A tal scopo, sarà necessario partire dal panorama storico all’interno del quale gli studi culturali hanno vita per poi introdurre la figura di Stuart Hall e il suo pensiero con il suo apporto alla materia.